Chi Siamo

Girandola è il nome dell’Associazione Anomalie Vascolari e Angiomi nell’Infanzia. Girandola è una Associazione Onlus di utilità sociale nata nel 2000 grazie ad un gruppo di amici e famigliari  di bambini e giovani affetti da difetti vascolari congeniti.

L’impegno di Girandola è volto a promuovere l’aggiornamento, la divulgazione e la sensibilizzazione sul problema dei difetti vascolari congeniti e fornire assistenza ai bambini e ai giovani affetti da queste patologie, assicurando sostegno informativo e logistico alle loro famiglie.
L’impegno della Associazione non è elusivamente orientato all’età pediatrica. Spesso infatti i difetti vascolari non vengono risolti in età pediatrica ed in ogni caso non di rado queste patologie, pur congenite, si manifestano più tardi nell’adolescente o nel giovane adulto.

Un ulteriore impegno dell’Associazione è quello di fornire consulenze “on line” sulle patologie più rare e meno rare e individuare gli specialisti che possono prendersi cura dei singoli casi nella sede più opportuna.

Presidente è il Prof. Gianni Vercellio, Chirurgo Vascolare, che da 35 anni, presso l’Istituto di Chirurgia Vascolare dell’Università di Milano prima, presso l’Ospedale Pediatrico Buzzi poi, si interessa a tempo pieno di queste patologie.
Attualmente è consulente ed opera presso alcune prestigiose strutture sanitarie private e pubbliche a Milano.

L’Associazione Girandola:

Angiomi e Malformazioni Vascolari sono patologie congenite rare e ancora poco conosciute, si presentano con aspetti estremamente variabili, in qualunque parte corporea, singolarmente o con localizzazioni multiple o disseminate per tutto l’organismo.

Possono avere conseguenze gravi non solo sul piano estetico, ma anche sulle funzioni delle parti interessate e sull’intera circolazione.

Il riconoscimento delle singole tipologie, specie quelle più complesse e rare, richiede grande esperienza, ma è possibile nella maggior parte dei casi in base alle sole caratteristiche cliniche.

Anche la loro correzione richiede esperienza ed è realizzabile con trattamenti chirurgici mirati , o con l’ausilio di tecnologie avanzate di radiologia interventistica e laserchirurgia, anche con il concorso di specialisti di diverse discipline coordinati da un esperto, in un contesto organizzativo di alto livello.